La proposta PUMS è divisa in 7 temi, che sono suddivisi in 26 azioni corrispondenti a 10 obiettivi specifici.

Il documento completo disponibile per download.

 

Il PUMS ha i seguenti obiettivi:

  • aumentare la quota della mobilità sostenibile (trasporto pubblico, bicicletta e pedoni) rispetto al trasporto privato motorizzato per una città che vuole competere con i migliori esempi in Europa;
  • migliorare la sicurezza e la qualità dei percorsi e dei servizi per la mobilità "attiva", cioè in bicicletta e a piedi;
  • aumentare la vivibilità e il potenziale comunitario della città, migliorando l'uso delle strade e degli spazi pubblici da parte dei cittadini e riducendo la diffusione delle auto attraverso la moderazione del traffico e la rigenerazione urbana;
  • ridurre l'impatto del sistema di mobilità sull'ambiente e sulla salute umana;
  • migliorare le condizioni del traffico veicolare creando circonvallazioni con meno impatto sull'area popolata e migliorando la sicurezza stradale;


Le misure fondamentali del PUMS di Bressanone

  1. Bressanone a 30km/h
    Il concetto di "città a 30km/h" si basa sull'abbassamento del limite di velocità a 30 km/h, ma è ormai diventato un termine che descrive una visione della città che va ben oltre la semplice regolamentazione del traffico stradale.

 

  1. Sviluppo della rete ciclabile
    Lo sviluppo di una rete ciclabile riconoscibile, confortevole e sicura è fondamentale per Bressanone, sia per il sistema ciclabile urbano che per una rete attraente per il tempo libero e il turismo.
     

  2. Accessibilità al centro
    Più persone con meno auto in centro: sosta, ZTL, cicloposteggi.
    Una parte significativa degli spostamenti a Bressanone ha come destinazione il centro storico (50% del traffico veicolare specifico che entra in città). La sfida del PUMS è che questa attrattività sia costante nel numero di visitatori, ma che diminuisca nei volumi di traffico.
     

  3. Bressanone “città pedonale”
    Strettamente legato alla questione dell'accessibilità al centro, ma non limitato ad esso, il PUMS si propone di migliorare la mobilità pedonale, sfruttando le caratteristiche della città compatta di Bressanone e le brevi distanze tra i diversi punti di attrazione. Tra i concetti di "salute urbana", il concetto di "camminabilità" è interessante perché combina i benefici per la salute individuale di una mobilità più attiva con gli effetti positivi per la comunità associati alla riduzione dell'uso del trasporto privato motorizzato.
     

  4. Servizi integrati per la mobilità: i mobility point
    Una domanda di mobilità sempre più diversificata e lo sviluppo di un mercato dei servizi basato sull'innovazione e la tecnologia, fortemente sostenuto dall'Europa (da qui i concetti di Smart Mobility e Mobility as a Service), hanno creato nuove opportunità per sostenere le politiche di mobilità sostenibile nelle città.
     

  5. Trasporto pubblico “user-friendly”
    La Provincia Autonoma di Bolzano e il Comune di Bressanone hanno investito molto nel trasporto pubblico negli ultimi anni e hanno ottenuto buoni risultati nell'aumento del numero di utenti, come descritto nel quadro conoscitivo e nel quadro diagnostico. Il PUMS mira a uno scenario per consolidare questi risultati e per aumentare ulteriormente la quota modale del trasporto pubblico.
     

  6. Mobilità casa-lavoro
    La mobilità al lavoro e la corrispondente gestione della mobilità richiedono certamente il superamento di sfide difficili e soluzioni non auto-evidenti. Il PUMS propone quindi di formare un team all'interno del Comune di Bressanone che funga da mobility manager per la regione al fine di stimolare e coordinare le attività di analisi, formazione, sensibilizzazione e comunicazione. Questo insieme ai mobility manager delle aziende (obbligatorio per le aziende con più di 100 dipendenti) e ai diversi stakeholder (tra cui la Provincia e ad esempio il programma "Green Mobility").
     

  7. Promuovere una cultura della mobilità sostenibile
    Cambiare le abitudini delle persone e influenzare il loro comportamento è un obiettivo che gioca un ruolo essenziale nel successo delle misure per promuovere la mobilità sostenibile. La mobilità è una dimensione quotidiana della vita che è molto legata allo stile di vita e alle abitudini e quindi alla sfera emotiva e psicologica delle persone, oltre che ai loro bisogni materiali e logistici.

Pertanto, è importante combinare le misure infrastrutturali, i lavori di costruzione e la definizione di nuovi servizi con una misura di comunicazione forte, efficace e continua.
    

Tutti e 7 temi, gli obiettivi da raggiungere e le misure corrispondenti del PUMS sono elencati di seguito.

A. DISEGNO STRATEGICO DELL’ACCESSIBILITÀ MOTORIZZATA

La visione della nuova mobilità per Bressanone favorisce l'accessibilità della città dall'esterno e il movimento all'interno della città con mezzi di trasporto sostenibili, soprattutto il trasporto pubblico e la bicicletta. Le misure di accessibilità proposte mirano a un sistema basato sui seguenti elementi:

 

B. INTERVENTI PER UNA CITTÀ A MISURA D’UOMO: BRESSANONE A 30 KM/H

Il concetto di "città a 30 km/h" è una delle pietre miliari della proposta PUMS. Si basa sull'abbassamento del limite di velocità a 30 km/h, ma in realtà descrive una visione della città che va ben oltre la semplice regolamentazione del traffico.

 

 

C. CITTÀ AMICA DELLA BICICLETTA

L'uso della bicicletta a Bressanone è aumentato negli ultimi venti anni, in linea con la tendenza di tutto l'Alto Adige. Secondo le rilevazioni del traffico pendolare a Bressanone, il 30% del traffico pendolare interno e il 16% del traffico pendolare totale usa la bicicletta.
Guardando anche ai risultati del processo partecipativo, l'investimento nella ciclabilità, sia in termini di offerta e servizi che di promozione e comunicazione, è certamente uno dei risultati più importanti del PUMS. 

 


D. MISURE PER UN CENTRO STORICO A PREVALENZA PEDONALE 

Bressanone è una piccola città il cui centro abitato è concentrato in un raggio di circa 1 a 1,5 km intorno alla piazza Duomo. Questa circostanza rende il camminare molto conveniente, dato che il tempo è competitivo con altri modi di trasporto. I dati di ripartizione modale presentati nella sezione 3.1 del quadro conoscitivo mostrano che il 27% degli spostamenti interni che hanno origine e fine a Bressanone sono fatti a piedi (13% degli spostamenti pendolari totali). Lo spostamento modale previsto dall'implementazione delle misure PUMS per gli spostamenti a piedi dovrebbe aumentare ulteriormente questa percentuale al 29% dei movimenti interni.

 

E. DISPOSIZIONI PER UN TRASPORTO PUBBLICO EFFICIENTE E USER-FRIENDLY 

Il PUMS è destinato a sostenere il forte impulso dato al sistema di trasporto pubblico dalla politica nazionale. L'accento è posto sui collegamenti extraurbani tra le valli e i centri principali dell'Alto Adige. Gli spostamenti quotidiani urbani ed extraurbani ne sono fortemente influenzati, poiché questi centri sono considerati i principali punti di attrazione.
Grazie alla sua posizione, Bressanone è un importante nodo per il trasporto pubblico.

 

F. INNOVAZIONE: SERVIZI SMART E MOBILITÀ ELETTRICA 

Nell'era della tecnologia e dell'innovazione, che trova nel termine "smart" la migliore sintesi della sua filosofia, ci sono diverse iniziative possibili che possono facilitare l'accesso degli utenti ai servizi di mobilità sostenibile. Infine, la "mobilità intelligente" è uno dei sei assi rispetto ai quali le prestazioni delle città europee saranno valutate nell'ambito dello strumento europeo Smart Cities.
La centralità dell'applicazione delle nuove tecnologie alla mobilità è un contributo positivo alla modernità che è fortemente sottolineato nel Libro Bianco dei Trasporti dell'UE, il cui capitolo introduttivo è intitolato "Rendere lo spazio europeo dei trasporti adatto al futuro".


G. IL MOTORE DEL CAMBIAMENTO: COMUNICAZIONE E MOBILITY MANAGEMENT

La mobilità è una dimensione quotidiana della vita delle persone, molto legata agli stili di vita e alle abitudini e quindi alla sfera emotiva e psicologica delle persone, oltre che ai loro bisogni materiali e logistici.
Pertanto, è essenziale lavorare con strumenti specifici per la comunicazione e la gestione della mobilità.


 

Il settore del commercio al dettaglio è sotto pressione in molte città. Il commercio online e lo shopping facile e conveniente da casa stanno allontanando molti clienti dal commercio stazionario. Un centro città vivace dove le persone si sentono a proprio agio e fanno delle esperienze nuove, positive e senza stress `è importante. Un'esperienza di shopping il più possibile priva di ostacoli, resa possibile, ad esempio, anche da servizi di consegna innovativi, sono riconosciuti come un buon modo per rivitalizzare il commercio al dettaglio nelle città. Questo è dimostrato da molti esempi positivi, alcuni dei quali sono stati anche studiati scientificamente.

Qui potete trovare alcuni degli studi sopracitati:

"Perché i commercianti dovrebbero chiedere meno parcheggi e più ciclabili" (in 11 studi)

Articolo in tedesco: "Più fatturato grazie a strade senza auto"

Articolo in tedesco: "Mobilità durante lo shopping: I rivenditori sopravvalutano il ruolo dell'auto" 

 

Se il PUMS viene implementato in tutte le sue parti, si possono prevedere i seguenti risultati per Bressanone:

Lo spostamento del modal split stimato a lungo termine può essere visto nel seguente grafico. A lungo termine, il trasporto privato motorizzato sarà spostato dal centro città verso la circonvallazione.

Rosa = aumento rispetto al 2019
Blu = Diminuzione rispetto al 2019

 

Di seguito troverete una presentazione dei risultati basata sui principali indicatori e preparata secondo i periodi di tempo.

 

Anche Bressanone deve essere considerata in modo speciale a causa della sua particolarità, con un'area urbana in un bacino a valle e le frazioni di montagna. Per quanto riguarda l'intero territorio comunale, non ci si può aspettare i risultati che sarebbero possibili per una città con una topografia piatta.

Pertanto, i risultati attesi sono mostrati in maniera separata per l'area urbana e per l'area intera. I risultati mostrano la distribuzione modale prevista in dieci anni.

Questi risultati si riferiscono all'area urbana nel bacino della valle.

 

Questi risultati si riferiscono all'intero territorio comunale.

La Giunta comunale il 25.08.2021 con deliberazione n. 324 ha provveduto alla adozione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile comprensivo della documentazione progettuale.
La pubblicazione all’Albo Pretorio Digitale è avvenuta il 27.08.2021.
Dal momento della pubblicazione entro il 25 ottobre 2021 i privati cittadini, Associazioni ed Enti, potranno proporre le proprie osservazioni al PUMS, indirizzandole alla casella e-mail oeffentliche.arbeiten@brixen.it o per posta ordinaria o raccomandata al Servizio Tecnico - Piazza Maria Hueber 3 – 39042 Bressanone (BZ)

Scheda per le osservazioni da scaricare QUI.