Licenza di pubblico esercizio per attività ricettiva

L'apertura, l'ampliamento e il trasferimento di un pubblico esercizio sono soggetti all'obbligo di licenza da parte del sindaco territorialmente competente. La licenza di norma è rilasciata a tempo indeterminato. Come esercizio pubblico viene definito un esercizio, che svolge professionalmente l’attività ricettiva.

Sono soggetti all'obbligo di licenza

  • esercizi ricettivi a carattere alberghiero (garni, pensioni, alberghi, motels ecc.); 
  • esercizi ricettivi a carattere extralberghiero (rifugi-albergo, campeggi, le case e appartamenti per vacanze, le case per ferie, gli ostelli della gioventù ecc.).


Assieme al rilascio della licenza il sindaco attribuisce all'esercizio la classificazione in base ai requisiti di qualità posseduti. Il modulo di classificazione può essere richiesto in comune. In caso di trasferimento dei diritti inerenti all'esercizio pubblico, sia che si tratti di subingresso per atto tra vivi o per causa di morte, deve essere chiesta apposita autorizzazione al sindaco territorialmente competente.

La chiusura temporanea di un esercizio pubblico va comunicata per iscritto al sindaco territorialmente competente con l'indicazione della durata della stessa (vedi modulo a pié pagina).

La cessazione dell'attività di un esercizio pubblico va comunicata per iscritto al comune competente ed al Servizio d'igiene e sanità pubblica entro trenta giorni tramite il modulo per la registrazione degli operatori del settore alimentare. La comunicazione come anche le licenze originali (licenza per l'esercizio ed attestato di idoneità) con annesso il predetto modulo (denuncia in materia di igiene) sono da consegnare in comune. Il versamento di € 50,00 non è da effettuare.


Requisiti

  • capacità di agire e affidabilità del richiedente; 
  • qualificazione professionale del richiedente; 
  • disponibilità e idoneità di locali e superfici.

 

Documenti richiesti

  • domanda (vedi modulo sotto) inviare per PEC: servizigenerali.bressanone@egalmail.it
  • la dichiarazione della camera di commercio sull'iscrizione all'albo degli esercizi di ristorazione; 
  • licenza d'uso per i locali dell'esercizio; 
  • planimetria approvata con indicazione dei posti a sedere e della superficie ossia del numero di stanze e letti; 
  • dimostrazione della disponibilità dei locali (contratto di locazione, di affitto d'azienda o compravendita notarile e registrato); 
  • dichiarazione sanitaria: modulo per la registrazione degli operatori del settore alimentare; 
  • ricevuta di versamento di euro 50,00 al Servizio di Igiene (c/c vedi Modulo)-solo per iscrizioni e modifiche; 
  • Copia della carta d'identità.

 

In caso di società è inoltre necessario presentare:

  • l'atto registrato di costituzione della società; 
  • la dichiarazione della camera di commercio sull'iscrizione all'albo degli esercizi di ristorazione; 
  • estratto dal registro delle imprese.

 

In caso di nomina di un rappresentante è inoltre necessario presentare:

  • la dichiarazione della camera di commercio sull'iscrizione all'albo degli esercizi di ristorazione; 
  • il mandato di rappresentanza (in caso di società solamente se il rappresentante non è un socio) - questo è annesso alla domanda.


In caso di voltura è inoltre necessario presentare:

  • Domanda (vedi modulo sotto); 
  • la dichiarazione della camera di commercio sull'iscrizione all'albo degli esercizi di ristorazione; 
  • copia del contatto registrato e del passaggio di intestatario; 
  • licenze originali del predecessore.

Per il rilascio della licenza d'esercizio e dell'attestazione di idoneità - due marche da bollo di euro 16,00 e euro 10,32 in contanti per diritti di segreteria.

Prego rivolgersi per la modulistica all'ufficio affari economici.

Ufficio competente
Iscriviti alla newsletter