Al maso Götschele 8 nuovi appartamenti per anziani - Giunta comunale approva lo studio di fattibilità

Il maso Götschele ospiterà presto otto appartamenti assistiti per anziani. Lo ha annunciato l’amministrazione comunale che ha approvato in Giunta lo studio di fattibilità del progetto.

Uno sguardo indietro: nel 2010 il Comune di Bressanone eredita dalla signora Maria Obexer il maso Götschele e una somma in denaro di ca. 600.000 euro. L’ultimo desiderio della signora era che il Comune vi realizzasse un centro per disabili o per anziani. Una parente tuttavia aveva rivendicato per sé parte del lascito e solo lo scorso luglio le parti hanno raggiunto un accordo e sottoscritto un atto di conciliazione presso il Tribunale di Bolzano.

Ora l’Ufficio Tecnico del Comune di Bressanone ha elaborato e sottoposto alla Giunta comunale lo studio di fattibilità del progetto. Dove oggi sorge il maso Götschele, verrà realizzato un edificio di tre piani con 8 unità abitative di ca. 40-45 m² netti l’uno. Ogni appartamento disporrà di un soggiorno con angolo cottura, una camera da letto, bagno, balcone o veranda e cantina; tutto naturalmente privo di barriere architettoniche. Ci saranno inoltre uno spazio comune, un comparto per le cure e l’assistenza, nonché una grande area all’aperto. Insomma un luogo accogliente e confortevole per le anziani e gli anziani che vi abiteranno che garantirà loro libertà e qualità di vita.  

I costi per la realizzazione e l’arredo della struttura che sorgerà su un’area di complessivi 1.071,00 m², sono stati stimati in ca. 1,8 milioni di euro di cui ca. 600 mila come somma a disposizione dell’amministrazione.
Dopo l’affidamento della progettazione e della direzioni lavori nei prossimi mesi, il progetto esecutivo potrebbe essere approvato già nel 2021 e i lavori partire l’anno successivo. La struttura verrà poi affidata alla gestione dell’APSP Santo Spirito che già è stato coinvolto in questa fase preliminare di elaborazione dello studio di fattibilità.

 

Iscriviti alla newsletter