Appuntamento in Comune per gli orfani dell’Arma dei Carabinieri

Tradizionale ricorrenza organizzata da Onaomac e amministrazione comunale

Si è svolto questa mattina nella sala Adrian Egger il tradizionale ricevimento in onore degli orfani dell’Arma dei Carabinieri. Come ogni anno, l’Opera Nazionale di assistenza per gli orfani dei militari dell’Arma dei Carabinieri (Onaomac) ha organizzato per i propri assistiti un soggiorno invernale in Alto Adige.

Ad accogliere il gruppo di una trentina di ragazze e ragazzi provenienti da tutta Italia c’erano, oltre al sindaco Peter Brunner, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Carenza Cristiano e i rappresentanti più alti in grado della Compagnia Carabinieri di Bressanone. Il presidente di Onaomac, Generale Cesare Vitale, ha ringraziato a nome dell’intera associazione il Comune di Bressanone per il caloroso benvenuto ed ha espresso parole di apprezzamento per la proficua collaborazione tra le due istituzioni. Assieme a lui erano presenti anche i vertici di Onoamac (Gen. Stefano Orlando, Gen. Agostino Poloni, Gen. Ugo Zottin und Gen. Cosimo Fiore) nonché il Comandante della Guardia di Finanza Arturo Boccuni, il Comandate della Polizia Locale Gernot Wieland, il Vicequestore aggiunto Antonino Giunta e i rappresentanti della Forestale Günther Unterthiner  e Alessandro Da Col.

Per il Sindaco la ricorrenza rappresenta un momento di commemorazione ma soprattutto di condivisione dei valori della pace e della fratellanza.
Dopo i saluti ufficiali da parte delle autorità presenti, il sindaco Brunner ha consegnato agli illustri ospiti un piccolo omaggio augurando loro, assieme all’assessora Bacher ed all’assessore Unterrainer, di trascorrere un piacevole soggiorno nella splendida cornice di Bressanone e della Plose.

Iscriviti alla newsletter