Dal Consiglio comunale del 19 febbraio

Approvate diverse variazioni urbanistiche, regolamenti e statuto di ASM

Si è riunita ieri l’assemblea del Consiglio comunale brissinese per approvare tra gli altri, diverse modifiche al piano urbanistico comunale, nonché modifiche a regolamenti interni ed allo statuto di ASM Bressanone spa.

Piano urbanistico comunale
Con voto unanime l’assemblea ha approvato una modifica al piano urbanistico comunale relativa alla strada di accesso alla nuova zona di espansione “Vinzentinum”. A fianco del neo sorto fabbricato è prevista la realizzazione di un parco giochi attualmente delimitato a sud dalla strada di accesso alla zona residenziale. Con la variante al piano di attuazione il parco giochi e la scuola materna limitrofa rimarranno protette dal traffico veicolare che scorrerà lungo la strada di accesso ora prevista a nord dell’abitato.
Via libera (con 23 voti favorevoli e 3 voti contrari) anche per la seconda modifica al PUC che riguarda la trasformazione di 8.764 mq tra bosco e pascolo alberato nei pressi dell’impianto di risalita Vallazza ad Eores in zona d’interesse pubblico per la realizzazione di un parcheggio ad iniziativa privata che potrà ospitare fino a 95 vetture. Il Consiglio comunale ha quindi discusso ed approvato all’unanimità la trasformazione dell’area attualmente adibita a parcheggio in via Peter Mayr all’altezza del distributore AGIP da parco giochi ad area di sosta pubblica. Con l’avvio dei lavori di costruzione della Scuola di Musica nel parcheggio Priel e la conseguente perdita di posteggi, il Comune aveva deciso di destinare provvisoriamente quell’area ancora libera a parcheggio pubblico. Ora, rendendosi necessario un adeguamento del piano urbanistico allo stato di fatto ed in previsione di una futura destinazione definitiva dell’area a parcheggio pubblico, è stato deciso di ufficializzare il passaggio in Consiglio comunale. Il Consiglio ha poi approvato con 23 voti favorevoli e 3 voti contrari la modifica al PUC che consentirà di realizzare sull’area di 3.311 mq sita a Stufles un parcogiochi con garage interrato per i residenti (1.358 mq) e 4 villette (1.953 mq).
Infine l’assemblea ha approvato all’unanimità la modifica al PUC e la relativa convenzione urbanistica con cui un’area di 1.779 mq a ridosso del Giardino Vescovile viene trasformata in zona residenziale di completamento. Si tratta di un provvedimento che rientra nell’accordo stretto tra amministrazione e diocesi per il passaggio di proprietà dell’area dove sorgerà la nuova biblioteca civica.
La seduta è proseguita con l’esame di una permuta di superficie pubblico-privato. Si tratta sostanzialmente di una rettifica di confini presso il campo da calcio di Albes dove 2 mq vengono ascritti al bene indisponibile del comune e 26 mq vengono ceduti alla controparte privata. La proposta è stata approvata all’unanimità.

Regolamenti e pianta organica
Il Consiglio ha quindi discusso ed approvato all’unanimità il regolamento per il finanziamento dei comitati per l’educazione permanente. Attualmente a Bressanone sono attivi sei comitati che si occupano di coordinare le attività delle varie associazioni attive in ambito educativo e formativo. L’approvazione di uno specifico regolamento per il loro finanziamento segue ad adeguamento procedurale richiesto dalla provincia. L’assemblea si è quindi dedicata al regolamento sul servizio di notificazione approvato nel 2014 e che viene sostanzialmente modificato nella definizione del messo da “notificatore” a “comunale”. La modifica è stata approvata all’unanimità.

Novità anche per quanto riguarda la pianta organica del Comune di Bressanone. Oltre ad alcuni adeguamenti delle qualifiche funzionali di posti esistenti, vengono previsti un ulteriore posto di vigile urbano annonario e uno di assistente all’infanzia al fine di garantire i criteri di qualità dei rispettivi servizi. La modifica è stata approvata all’unanimità.

Statuto di ASM Bressanone
La seduta si è conclusa con la discussione e l’approvazione (all’unanimità) della modifica dello statuto di ASM Bressanone. La controllata si propone infatti di introdurre un servizio di fisioterapia presso la struttura Acquarena. Poiché l’oggetto sociale della società non prevede questa specifica competenza, il consiglio di amministrazione di ASM ha sottoposto al suo socio unico, ovvero il comune di Bressanone, la modifica del proprio statuto.

Iscriviti alla newsletter