Dal Consiglio comunale del 30 aprile

Approvati i conti consuntivi del Comune e dei Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari

Si è riunito ieri il Consiglio comunale brissinese per approvare tra gli altri, il conto consuntivo del Comune e dei nove Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari attivi sul territorio

La seduta di aprile si è aperta con l’esame di diverse interrogazioni dei consiglieri di opposizione riguardanti le aree di verde pubblico, il processo culturale e i costi alimentari nella ristorazione collettiva. A seguire sono state discusse due mozioni dei consiglieri di Alternativa Ecosociale. Mentre la prima riguardante l’accesso digitale da parte dei consiglieri agli atti dell’amministrazione, è stata ritirata dagli stessi consiglieri, la seconda è stata approvata con un ordine del giorno presentato da SVP, PD, Verdi, die Freiheitlichen, Demos e Insieme. Si tratta di iniziative volte a rendere il Comune “plastic-free”. L’assemblea ha deciso all’unanimità di impegnarsi a ridurre, all’interno dell’amministrazione e dei suoi enti dipendenti, l’impiego di prodotti in plastica monouso come ad esempio piatti, bicchieri, posate, bottigliette d’acqua sostituendoli con normali stoviglie e l’utilizzo di caraffe e bicchieri in vetro. L’amministrazione si impegna inoltre a sensibilizzare la popolazione, le aziende ed il comparto turistico a ridurre l’impiego di plastiche monouso.

Conti consuntivi dei Vigili del Fuoco Volontari
I conti consuntivi dei nove Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari attivi nel territorio di Bressanone sono stati esaminati dall’adunanza e approvati all’unanimità. Il Sindaco Peter Brunner, assieme ai capigruppo di tutti i partiti, ha colto l’occasione per ricordare l’importanza del lavoro svolto dai Vigili del Fuoco Volontari in favore della cittadinanza ed hanno espresso il loro ringraziamento a nome della Città.

Conto consuntivo dell’amministrazione comunale e assestamento di bilancio
Con 20 voti favorevoli, 1 astensione ed 1 voto contrario il Consiglio comunale ha approvato il conto consuntivo dell’amministrazione comunale. Il quadro generale del rendiconto della gestione chiude con un totale a pareggio di 71.908.265,33 euro. Il risultato per l’anno 2018 è positivo e le entrate superano di 4.571.609,87 euro le spese; l’avanzo di amministrazione si attesta su 9.483.681,62 euro. Le entrate per l’anno 2018 si compongono del 23% da entrate tributarie, 22% da trasferimenti correnti, 13% da entrate extra tributarie, 37% entrate in conto capitale e 5% da accensione di prestiti. Sul versante delle spese il 50% è rappresentato da spese correnti, il 36% da investimenti e il 14% da rimborsi mutui.
A seguire l’assemblea ha approvato con 19 voti favorevoli, 2 astensioni ed 1 voto contrario, l’assestamento del bilancio e la prima variazione dell’anno in corso.

Ulteriori delibere
Il consiglio ha quindi discusso e autorizzato all’unanimità la propria società in-house ASM Bressanone ad aderire alla Alto Adige Riscossioni Spa. Nel novembre 2015 il Comune di Bressanone aveva aderito alla stessa affidandole l’attività di riscossione coattiva e di intermediario tecnologico. Ora anche ASM potrà usufruire dei servizi offerti da Alto Adige Riscossioni Spa.
A seguire il Consiglio comunale ha approvato con la stessa maggioranza la sdemanializzazione di una ‘area di complessivi 43m² e una cubatura complessiva di 82m² nei pressi nel ristorante “Plose Stodl” a San Andrea. Voto unanime anche per la sdemanializzazione di un’area di 150m² in via Velturno dove i proprietari confinanti hanno chiesto di acquistare una parte del terreno. Infine il Consiglio ha approvato con 21 voti favorevoli ed 1 astensione, una modifica al piano urbanistico comunale relativo alla zona residenziale C2 Clerant. La modifica si rende necessaria per creare un accesso idoneo alla zona di espansione prevista dal piano urbanistico approvato nel 2013. Con l’approvazione della modifica la zona di espansione viene sostanzialmente ampliata di 372 m² verso nordest.

 

Iscriviti alla newsletter