#senzadivoinonva

Pacchetto destinato alla ripartenza del settore culturale di Bressanone – Iniziative congiunte di Comune e operati culturali
 
L’estate culturale di Bressanone è al via nonostante le regole sul distanziamento e altre difficoltà. Al primo pacchetto a sostegno della cultura di 334.000 euro approvato dalla Giunta comunale di Bressanone qualche giorno fa, se ne aggiunge ora un secondo: #senzadivoinonva.
L’obiettivo è quello di mettere arte e cultura al centro dei riflettori dell’estate e dell’autunno brissinese. Attraverso diverse misure di sostegno, il Comune di Bressanone vuole dare impulso alle iniziative culturali anche in questo periodo difficile per sottolinearne l’importanza nella vita sociale della comunità. Nella sua ultima seduta, il Consiglio comunale ha dato via libera alla relativa variazione di bilancio.

All’insegna del motto “dare visibilità alla cultura“, l’assessora competente Monika Leitner è al lavoro da settimane con diversi operatori culturali per far sì che la cultura e il settore culturale non rimangano fermi a causa delle attuali restrizioni.
“Si tratta di creare le condizioni per dare impulso alle manifestazioni culturali e alle iniziative singole andando a toccare diversi settori culturali dall’arte alla musica, dal teatro alla letteratura”. Un’iniziativa sostenuta da diversi partner tra cui il Comune di Bressanone, la Biblioteca Civica e la Hofburg e che ha avuto il benestare anche del Consiglio comunale con l’approvazione della relativa variazione di bilancio. “Il Covid19 ha colpito tutto il panorama culturale brissinese. Questo secondo pacchetto di misure vuole valorizzare la diversità culturale in particolare in questo periodo di crisi” così il sindaco Peter Brunner. “Diversi incontri, hanno fatto luce sulle esigenze degli operatori culturali per la ripartenza del settore”. L’estate culturale di Bressanone può dunque prendere il via a partire dal prossimo 31.07. per protrarsi fino in autunno.

Arti figurative: coinvolgere la città
Presso la Galleria Civica Bressanone è prevista una mostra partecipativa della durata di 6-8 settimane. La curatrice Karin Pernegger, da cui proviene il motto #senzadivoinonva, coinvolgerà la scena artistica locale e promuoverà l’arte contaminando l’intera città: spazi privati, balconi, finestre, eccetera.
Il marketing cittadino organizzerà assieme al Südtiroler Künstlerbund un’iniziativa che vede il coinvolgimento dei negozi e dove l’arte sarà “a portata” dei clienti.
La volontà di creare una collezione cittadina, era già emersa dal processo culturale. Ora il Consiglio comunale con l’ultima variazione di bilancio ha posto le basi per l’acquisto di opere d’arte. L’obiettivo del Comune è di creare una vera e propria collezione e dare così impulso alla scena artistica locale. Il progetto è in elaborazione e prevede l’insediamento di un organo che proporrà l’acquisto di oggetti d’arte secondo criteri prestabiliti. Per l’anno in corso ed il prossimo sono stati stanziati rispettivamente 50.000 euro.
Arte in vista: oggetti e opere d’arte saranno “messi in mostra” in Municipio e in occasione delle videoconferenze. La fotografia di Leonhard Angerer dal titolo “Salvagente” è il simbolo di questa iniziativa.

Spettacoli: musica e teatro
Per quanto riguarda gli spettacoli (musicali e teatrali), il Comune di Bressanone e la Hofburg metteranno a disposizione delle associazioni gli spazi (ex carcere, cortile del Palazzo Vescovile, Astra) a titolo gratuito per tutto il periodo in cui saranno in vigore le regole sul distanziamento sociale. L’estate in musica della Banda Musicale può dunque iniziare, l’associazione Kulturverein porterà un ensemble dell’orchestra Haydn, la Gran Partita di Mozart nonché un ulteriore concerto nella Hofburg, l’associazione Dekadenz organizzerà una serie di appuntamenti con il Jazz in città, il gruppo teatrale Theakos tornerà ad animare il Tschumpus e l’Astra sarà a disposizione dell’associazione Dekandenz come luogo alternativo per le sue manifestazioni.

Letteratura  
La biblioteca civica organizzerà in Piazza Duomo, tra la vecchia e la nuova sede della biblioteca, diversi audioeventi letterari. Al relativo progetto sta lavorando l’Unione Autrici ed Autori dell’Alto Adige.
Il Centro Narrativ organizza invece diversi laboratori di promozione letteraria dedicati ai giovani che unisce lavoro di scrittura e di creatività nella formula dei cosiddetti campi estivi. Le iscrizione sono aperte.

Assistenza e sostegno
Sportello di consulenza: in collaborazione con il Südtiroler Künstlerbund, il Comune di Bressanone aprirà uno sportello di consulenza e assistenza dove sarà possibile informarsi su tutte le tipologie di sostegno disponibili.

 

Nella foto: il Sindaco Peter Brunner con l’assessora Monika Leitner e diversi operatori culturali – Fotografia nell’immagine: Salvagente di Leonhard Angerer

 

Iscriviti alla newsletter