Aperto lo svincolo della circonvallazione di Bressanone

Completato lo svincolo centrale tra la circonvallazione di Bressanone e il centro cittadino. Il collegamento inaugurato e aperto al traffico dall'assessore Alfreider e dal sindaco Brunner.

Lo svincolo centrale di Bressanone, la nuova bretella di circa mezzo chilometro che collega la circonvallazione di Bressanone con il centro abitato, è pronta e consente il flusso scorrevole del traffico alleggerendo così il centro abitato della cità vescovile. L’apertura al traffico dello svincolo centrale è avvenuta oggi (19 giugno) con una cerimonia ufficiale di inaugurazione con il taglio del nastro simbolico da parte dell’assessore provinciale alla mobilità e infrastrutture Daniel Alfreider e del sindaco di Bressanone Peter Brunner. Erano presenti anche l'assessore provinciale Massimo Bessone, rappresentanti del Consiglio provinciale, l'assessore comunale Thomas Schraffl, il direttore della ripartizione infrastrutture Valentino  Pagani, Emilio Bianchi in rappresentanza delle imprese, nonché tecnici e progettisti.

Pronto il "cuore" della variante

"Bressanone ha combattuto a lungo per ottenere la circonvallazione. Con lo svincolo centrale è pronto il 'cuore' della variante; mancano ancora la 'testa', ovvero il collegamento con Varna e i 'piedi', il collegamento a sud", ha affermato l'assessore Alfreider che ha concluso: "Stiamo lavorando a pieno ritmo a entrambi i progetti, perché il concetto di spostamento del traffico può dirsi compiuto quando saranno completate queste due parti.

Già dal 2011 con l'apertura della variante molto del traffico di transito è stato spostato dal centro cittadino ha fatto presente il sindaco di Bressanone Brunner che ringraziando gli enti e le imprese coinvolti ha detto: "L'opera consegnata oggi contribuisce ad assicurare ai cittadini maggiore qualità di vita, grazie alla riduzione del traffico nel centro urbano, e garantisce alla città una raggiungibilità sostanzialmente migliore, sia per i cittadini che per gli ospiti, che contribuisce ad incrementare la competitività delle imprese".

Alle opere infrastrutturali e al miglioramento della rete viaria si aggiungono le misure che il Comune di Bressanone sta ponendo in essere puntando sempre più sulla mobilità lenta e sostenibile nella sua pianificazione PUMPS.

Le caratteristiche dell'opera

Le caratteristiche della nuova infrastruttura viaria sono state illustrate da Valentino Pagani, direttore della riparizione infrastrutture. Lo svincolo centrale di Bressanone costituisce il collegamento con la nuova circonvallazione e il centro abitato di Bressanone. Lo svincolo centrale si collega alla via Dante a nord dell’autosilo con una rotatoria, che interessa anche via Roma. Dopo un tratto all’aperto, che resta tra il cantiere comunale a sud e la zona dell’ex “Caserma Reatto” a nord, il tracciato si porta in galleria, sottopassa la linea ferroviaria con un sottopasso spinto, sottopassa la circonvallazione stessa e, con una curva a 180°, esce all’aperto prima di innestarsi con uno svincolo a raso alla circonvallazione. La lunghezza totale della bretella è di poco più di mezzo chilometro. Per la costruzione della strada nei tratti all’esterno o in galleria artificiale, sono state realizzate una galleria artificiale, dalla progressiva, quindi un sottopasso spinto sotto la linea ferroviaria, costituito da un monolite. Inoltre, è stata costruita la rotatoria di collegamento con via Dante, a forma allungata in modo da interessare anche via Roma; sotto la rotatoria è stato realizzato anche un sottopasso pedonale di collegamento tra via Roma e l’autosilo, nonché il portale della galleria dalla forma complessa ed innovativa. L’opera è stata costruita dall'associazione temporane d'imprese ATI PAC Spa - Wipptaler Spa - Betoneisack Srl su progetto dell’ing. Mario Valdemarin e dell'arch. Matteo Scagnol.

Dal comunicato stampa provinciale

Iscriviti alla newsletter