Posata la prima pietra della nuova biblioteca civica di Bressanone

Nuovi spazi per formazione e cultura

Si è svolta questa mattina (17.07.2019) la posa della prima pietra della nuova biblioteca civica di Bressanone. Oltre al sindaco Peter Brunner ed ai rappresentanti di giunta, erano presenti anche i due assessori provinciali Philipp Achammer e Giuliano Vettorato nonché una cinquantina tra personalità del mondo politico, clericale, culturale ed economico.

Il progetto, vincitore di un concorso internazionale di idee bandito nel 2010 con oltre 160 concorrenti in lizza, prevede il risanamento di diversi edifici, tra cui l’ex tribunale e l‘ex sede della Guardia di Finanza, e la realizzazione di un nuovo corpo. I lavori di risanamento all’ex tribunale si erano conclusi già nel 2017 e ospitano oggi la sede provvisoria dell’amministrazione comunale. La ditta incaricata dei lavori Unionbau ha così potuto avviare i lavori all’ex sede della Guardia di Finanzia lo scorso maggio.

“La  posa della prima pietra é un atto simbolico di grande importanza che guarda al futuro della nostra città“ così il sindaco Peter Brunner nel suo discorso.
Con i suoi 10.000 fruitori all’anno e i quasi 172.000 prestiti nel 2018, la biblioteca civica rappresenta un importante luogo di formazione e di cultura sia per la città di Bressanone che per le comunità limitrofe. Il nuovo edificio darà il giusto spazio a questa istituzione e permetterà di assecondarne le esigenze di crescita future.

L’ultimazione dei lavori del progetto del valore di 11,6 milioni di euro, è prevista per l’autunno del 2021. Su una superficie utile complessiva di 2.260 m² sorgeranno diverse aree di lettura, una sala polifunzionale, zone dedicate ad adolescenti e bambini nonché una ludoteche. Lo spazio che sorge tra le preesistenze ospiterà un prestigioso „giardino della lettura“.

Nel suo discorso il sindaco Brunner ha ringraziato la ditta esecutrice dei lavori, i tecnici e le istituzioni che con il loro impegno hanno sostenuto la realizzazione del progetto. Un ringraziamento particolare è stato rivolto all’ex sindaco Albert Pürgstaller che durante la sua legislatura aveva avviato il progetto, e Zeno Giacomuzzi uno dei padri costituenti della biblioteca civica a Bressanone anch’egli presente alla cerimonia. “Il mio pensiero va a Kathi Trojer: la nuova biblioteca è stata concepita, come avrebbe desiderato, come un luogo di formazione e di incontro, un luogo del sapere e della cultura pertanto sono felice che a breve questo spazio si sarà concretizzato“ così il Sindaco al termine del suo intervento.

Alle parole del primo cittadino hanno fatto seguito quelle dei due assessori provinciali Philipp Achammer e Giuliano Vettorato che si sono congratulati con l’amministrazione per la riuscita del progetto.
La posa della prima pietra è stata accompagnata dalle letture di Magdalena Ferdigg del gruppo ”Glühbirne“ e dalla benedizione del Decano del Duomo Ulrich Fistill.

Nella foto d.s.v.d.: Reinhard Stegher e Christoph Auserhofer (Unionbau), Renato Sette (Comune di Bressanone), Roberto Ricci (direttore lavori), Luca Mazzalina (direttore lavori e progettista), Decano del Duomo Ulrich Fistill, Bruno Kaser (biblioteca), Paula Bacher e Thomas Schraffl (assessori), Zeno Giacomuzzi e Albert Pürgstaller (ex sindaci) Monika Leitner (assessora), Peter Brunner (sindaco), Claudio Del Piero (vicesindaco), Philipp Achammer (assessore provinciale), Josef Unterrainer (assessore), Giuliano Vettorato (assessore provinciale) Magdalena Amhof e Helmut Tauber (consiglieri provinciali)

 

Iscriviti alla newsletter