Secondo incontro della rete per la migrazione

Sì è svolto qualche giorno fa il secondo incontro della rete per la migrazione che su invito dell’assessora Monika Leitner ha riunito tutte le istituzioni e le autorità brissinesi che lavorano o sono coinvolte nell’ambito della migrazione. Una ventina di rappresentanti presenti allo scambio tenutosi in sala Adrian Egger e moderato da Maria Sparber ed Evi Keifl, che è servito, così l’assessora, oltre a far conoscere il proprio ambito di attività, anche a porre le basi per l’elaborazione di vere e proprie linee guida sull’offerta e sui servizi presenti a Bressanone. Il documento vuole essere un valido aiuto per i soggetti coinvolti e facilitare l’inserimento dei nuovi cittadini di Bressanone.

Il primo incontro, che si era svolto lo scorso settembre, aveva portato per prima volta ad un tavolo, tutte le istituzioni che si occupano di migrazione. In quell’occasione erano stati definiti obiettivi, aspettative e proposte di miglioramento con l’obiettivo di creare una valida ed efficiente rete per la migrazione. L’assessora Monika Leitner, ideatrice e responsabile dell’iniziativa: “È stata più volte sottolineata l’importanza da parte dei diversi soggetti coinvolti, di conoscere i rispettivi ambiti di attività. Purtroppo infatti spesso e volentieri il vero problema è la comunicazione. Grazie a questa rete integrata, istituzioni e autorità sono ora informate e conoscono meglio le rispettive competenze. La definizione dettagliata dei servizi presenti sul territorio rappresenta infatti un importante aiuto sia per chi lavora a stretto contatto con i nuovi cittadini che per loro stessi e permette di abbreviare il percorso burocratico e migliorare l’efficienza dei servizi.”

Proprio le trafile burocratiche tra i vari uffici, rappresenta per i nuovi arrivati uno degli ostacoli maggiormente sentiti. Il risultato emerge da diversi focus group organizzati in parallelo agli incontri tra le istituzioni. Molte persone provenienti da altre regioni o paesi non hanno una visione d’insieme rispetto a quella che è la documentazione necessaria, in che ordine e dove è possibile ottenerla, quali requisiti legali sono dovuti e a quali autorità o istituzioni bisogna rivolgersi. Spesso gli stessi uffici non sono in grado di dare informazioni esaustive. Da qui la necessità di chiarire competenze e ambiti di attività.

Ora, a seguito del secondo incontro della rete, sarà stilato un compendio di tutte le offerte e i servizi presenti sul territorio che fungerà da base per le future linee guida. Queste saranno in formato digitale e verranno messe a disposizione di tutti gli interessati attraverso la pagina internet del comune. Un valido strumento, ha concluso l’assessora, sia per i nuovi cittadini che per la comunicazione interna di istituzioni e autorità.

Nell’immagine: i rappresentanti di istituzioni e autorità con l’assessora Monica Leitner (7 d.d.), la moderatrice Maria Sparber (1 d.d.) ed Evi Keifl (4 d.d.)

Iscriviti alla newsletter